Chi siamo

   Lo Statuto
Puoi scaricare lo statuto in formato .pdf   


   Organi sociali

Organi associativi

Sono organi di Unione Industriale della Provincia di Asti – CONFINDUSTRIA ASTI:
  1. l’Assemblea;
  2. il Consiglio Generale;
  3. il Consiglio di Presidenza;
  4. il Presidente e i Vice Presidenti;
  5. gli Organi di controllo – Probiviri e Revisori contabili.


Assemblea

L’Assemblea è composta dai rappresentanti dei soci effettivi e dei soci ordinari di territorio in regola con gli obblighi statutari e con il versamento dei contributi dell’anno precedente.
Partecipano, senza diritto di voto, i soci aggregati. Ad essa spetta eleggere il Presidente dell’Unione, stabilire le direttive generali dell’attività, approvare i bilanci, deliberare le modifiche dello Statuto.

Consiglio Generale

Il Consiglio Generale è composto da:
il Presidente, i componenti del Consiglio di Presidenza, l’ultimo Past President, purché espressione di impresa regolarmente associata e privo di incarichi politici, i tre Past President precedenti all’ultimo purché espressione di impresa regolarmente associata e privo di incarichi politici, i Capi Gruppo delle componenti territoriali e merceologiche ed i seguenti componenti elettivi: n.3 rappresentanti generali eletti dall’Assemblea ordinaria negli anni pari, n. 2 rappresentanti aggiuntivi espressi dai Gruppi merceologici più rappresentativi, n. 1 rappresentante aggiuntivo nominato dalla Piccola Industria , n. 2 membri nominati dal Presidente tra persone che siano espressione particolarmente significativa della base associativa.
Sono invitati permanenti al Consiglio generale, senza diritto di voto, tutti gli altri Past President, i Revisori contabili e i Probiviri. Non sono ammessi altri inviti permanenti ma solo per singole riunioni in ragione dello specifico contributo che può essere assicurato sui temi all’ordine del giorno.
Sono competenze distintive del Consiglio generale:
  • proporre all’Assemblea il Presidente ed i Vice Presidenti, nonché il relativo programma di attività
  • nel quadro delle deliberazioni e delle direttive dell’Assemblea, curare il conseguimento dei fini statutari e prendere in esame tutte le questioni di carattere generale;
  • deliberare le direttive generali per eventuali accordi di carattere sindacale o tecnico-economico;
  • proporre all’Assemblea il bilancio consuntivo e la delibera contributiva e approvare il bilancio preventivo;
  • indicare le questioni che devono essere sottoposte all’esame dell’Assemblea;
  • deliberare tutti gli atti di straordinaria amministrazione che riterrà necessari, opportuni ed utili per il miglior conseguimento dei fini dell’Associazione;
  • deliberare le sanzioni di espulsione e radiazione;
  • formulare e proporre, per l’approvazione dell’Assemblea, le modifiche dello Statuto;
  • approvare regolamenti e direttive di attuazione del presente Statuto;
  • determinare i criteri per la composizione merceologica dei vari Gruppi e decidere la costituzione delle stesse;
  • pronunciarsi sul reclamo presentato dalle imprese richiedenti l’adesione contro il rigetto della domanda;
  • istituire eventuali delegazioni territoriali dell’Associazione;
  • deliberare le sanzioni di espulsione e radiazione;
  • esercitare gli altri compiti previsti dal presente Statuto e dal relativo Regolamento di attuazione.


Consiglio di Presidenza

Il Consiglio di Presidenza è composto da: Presidente, Quattro Vice Presidenti elettivi con mandato biennale rinnovabile tre sole volte consecutive negli anni dispari; i Presidenti del Comitato Piccola Industria e del Gruppo Giovani Imprenditori; l’ultimo Past President come invitato. Sono competenze distintive del Consiglio di Presidenza:
  • stabilire l’azione a breve termine dell’Associazione e decidere i piani per l’azione a medio e lungo termine;
  • dirigere l’attività dell’Associazione nell’ambito delle direttive dell’Assemblea e del Consiglio generale e controllarne i risultati;
  • deliberare sulle questioni che gli vengano demandate dal Consiglio generale;
  • deliberare sulle domande di adesione;
  • istituire eventuali Commissioni e Gruppi tecnici di supporto all’attività dei Vice Presidenti;
  • designare e revocare i rappresentanti esterni dell’Associazione;
  • sovrintendere alla gestione del fondo comune e redigere la proposta di bilancio consuntivo e preventivo nonché la delibera contributiva, ai fini delle successive deliberazioni del Consiglio generale e dell’Assemblea;
  • esercitare, in caso di urgenza, i poteri che spettano al Consiglio generale, al quale deve però riferire nella sua prima riunione per la necessaria ratifica;
  • nominare e revocare il Direttore dell’Associazione e, ove necessario, il Vice Direttore;
  • deliberare le sanzioni di sospensione;
  • esercitare gli altri compiti previsti dal presente Statuto e dal relativo Regolamento di attuazione.


Presidente

Il Presidente è eletto dall'Assemblea ordinaria di ogni biennio dispari, su proposta del Consiglio generale. Può durare in carica per un massimo di quattro anni consecutivi senza possibilità di ulteriori rielezioni. Sono competenze distintive del Presidente:
  1. la rappresentanza istituzionale e legale dell’Associazione di fronte ai terzi e in giudizio;
  2. la vigilanza sull’andamento delle attività associative e sull’esecuzione delle deliberazioni degli organi direttivi;
  3. la convocazione degli organi associativi e il loro coordinamento anche con quelli delle articolazioni organizzative interne, con poteri sostitutivi in caso di impedimento e di immotivata inerzia;
  4. l’esercizio, in caso di urgenza, dei poteri del Consiglio di Presidenza, con ratifica di quest’ultimo nella prima riunione successiva;
  5. la promozione di nuovi servizi per il costante sviluppo associativo;
  6. il compimento degli atti di ordinaria amministrazione, con facoltà di delega.


Organi di controllo

Sono organi di controllo i Probiviri e i Revisori contabili.
I Probiviri sono sei e i Revisori contabili sono tre di cui uno deve essere iscritto nel Registro dei Revisori legali.

Spetta ai 3 Probiviri, costituiti in collegio arbitrale secondo le modalità previste dal Regolamento di attuazione del presente Statuto, la risoluzione delle controversie di qualunque natura insorte tra i soci o tra questi e l’Associazione e che non si siano potute definire bonariamente.

I Revisori contabili vigilano sull’andamento della gestione economica e finanziaria dell’Associazione ed il loro Presidente – che è il candidato che ha ottenuto il maggior numero di voti – riferisce all’Assemblea con la relazione sul bilancio consuntivo.


   I Componenti

PRESIDENTE

GEOM. ANDREA AMALBERTO

CONSIGLIO DI PRESIDENZA

Presidente GEOM. ANDREA AMALBERTO
Vice Presidente AVV. PIA BOSCA
Vice Presidente ING. LUIGI COSTA
Vice Presidente DR. MASSIMO NOVIELLO
Vice Presidente DR. MAURO SALUTE
Presidente Comitato Piccola Industria DR. EUGENIO PINCI
Presidente Gruppo Giovani Imprenditori ARCH. ALESSANDRO SCASSA
Past President ING. PAOLA MALABAILA

CONSIGLIO GENERALE

Presidente GEOM. ANDREA AMALBERTO
Vice Presidente AVV. PIA BOSCA
Vice Presidente ING. LUIGI COSTA
Vice Presidente DR. MASSIMO NOVIELLO
Vice Presidente DR. MAURO SALUTE
Presidente Comitato Piccola Industria DR. EUGENIO PINCI
Presidente Gruppo Giovani Imprenditori ARCH. ALESSANDRO SCASSA
Past President ING. PAOLA MALABAILA
Past President RAG. ERMINIO RENATO GORIA
Past President CAV. LAV. RAG. LORENZO ERCOLE
Capo Gruppo Alimentari SIG. DOMENICO TOSO
Capo Gruppo Edili ARCH. RAFFAELLA FASOLIS
Capo Gruppo Gomma Plastica Vetro Chimici Cartotecnici DR.SSA VANNA VILLATA
Capo Gruppo Materiali da Costruzione ARCH. GIANCARLO VALENTE
Capo Gruppo Metalmeccanici DR. BRUNO ROSTAGNO
Capo Gruppo Servizi DR.SSA ROSALBA BORELLO
Capo Gruppo Trasporti DR. ENRICO GIACHINO
Capo Gruppo Vini e Distillerie DR. MAURO ARIONE
Membro Eletto da Assemblea DR.SSA CRISTINA BONELLO
Rappresentante Aggiuntivo Gruppo Gomma Plastica Vetro Chimici Cartotecnici DR. MARCO DE GUIDI
Rappresentante Aggiuntivo Gruppo Metalmeccanici DR. MARIO IRACE
Rappresentante Aggiuntivo Comitato Piccola Industria ING. GIANLUCA GIORDANO
Membro Nominato dal Presidente DR. STEFANO CHIARLO


   Il sistema

Gli imprenditori, le imprese, il sistema

La Confederazione Generale dell'Industria Italiana, generalmente conosciuta come "Confindustria", è la rappresentante per eccellenza dell'imprenditoria nazionale. Esprime e si fa portavoce, infatti, della quasi totalità delle imprese private italiane, senza distinzione di gruppi o di dimensioni, che ad essa aderiscono su base volontaria.

Il "Sistema Confindustria" è capillarmente radicato nel territorio e nei diversi settori produttivi. Si riconoscono e aderiscono al sistema oltre 250 Associazioni territoriali e di categoria in rappresentanza di 111.000 imprese con 4.200.000 dipendenti.

L'Unione Industriale della Provincia di Asti fa parte di Confindustria e della Confindustria Piemonte, che si fa portatrice delle istanze del mondo imprenditoriale a livello regionale.


   Cenni storici

Cenni storici

sede Unione Industriale AstiL'Unione Industriale della Provincia di Asti è nata il 12 aprile 1935, tre giorni prima che venisse ufficialmente costituita la Provincia di Asti.
La prima sede era in Piazza San Martino, 11.

Al momento della nascita raggruppava 634 aziende con 8603 dipendenti. Già allora il settore meccanico e metallurgico, con 2237 addetti, era il più forte.
Il primo Presidente fu il Cav. Lav. Dr. Lamberto Vallarino Gancia.

Nel 1945, a seguito della soppressione dell'ordinamento corporativo, l'Unione venne rifondata sotto la Presidenza del Cav. Modesto Maina, Titolare delle omonime Officine.
Nel 1950 trasferì la propria sede in Piazza Medici n. 4, dove è tutt'ora.

Oggi, l'Unione Industriale della nostra Provincia, che fa parte del sistema Confindustria, associa 250 aziende per 11.000 dipendenti circa, che rappresentano quasi l'80% dell'occupazione industriale provinciale.